23/02 Emergenza stradale – 7/03 Assemblea Antismog

Domenica, 23 febbraio 2020A Roma, manifestiamo con Fiab e con le altre delegazioni d’Italia per il diritto alla sicurezza sulle nostre strade.
Perchè? Ve lo spieghiamo con l’incipit del documento sottoscritto con altre 200 associazioni per dichiarare lo stato di #EMERGENZASTRADALE.

“La situazione sulle strade è insostenibile, come sempre e ogni giorno di più. Quello che esaspera gli animi è il gelido silenzio istituzionale, l’assenza di qualunque reazione, ad ogni livello, da parte di amministratori locali e decisori politici di fronte a un fenomeno di tale violenza e gravità sociale.
Ci siamo incontrati in risposta a un forte impulso tanto istintivo quanto razionale per chi, come noi, non può più accettare di stare a guardare inermi”.

Torino si è confermata nel 2019 come la città con l’aria più inquinata d’Italia e In questa situazione tocca ai cittadini mobilitarsi per prendere in mano il proprio futuro e porre al centro dell’attenzione il tema della crisi climatica e ambientale di cui Torino può essere considerata un emblema e un vero epicentro.

Sabato, 7 marzo 2020, h. 9.30 – 18
Off Topic Via Giorgio Pallavicino 35, Torino

Assemblea popolare antismog “Torino #meno50”

Un’assemblea aperta ai cittadini e alle istituzioni organizzata da un gruppo di associazioni per la tutela della salute e dell’ambiente, con l’obiettivo di delineare proposte per dimezzare le emissioni nell’area metropolitana di Torino.

Un momento strutturato di approfondimento e di dibattito con il coinvolgimento di 12 docenti universitari, ricercatori e ricercatrici, aperta a cittadini e istituzioni, il cui obiettivo è di elaborare proposte concrete per raggiungere il dimezzamento delle emissioni inquinanti in atmosfera entro il più breve tempo possibile.

Dopo un momento in plenaria con gli interventi degli esperti, l’assemblea si dividerà in gruppi di discussione con facilitatori professionisti utilizzando il metodo del “world café”.
Visitate il sito per saperne di più e per registrarvi.
La registrazione è obbligatoria e l’assemblea è aperta ad un massimo di 150 persone.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *