25 maggio 2013: arriva VenTo!

COMUNICATO STAMPA
Il 26 maggio 2013, in concomitanza con il Bike Pride a Torino e il 25 maggio sera a Venaria Reale con una prepresentazione,il progetto VENTO inaugura VENTO biciTour ovvero un cicloviaggio di una settimana lungo il tracciato del progetto di ciclabilità più lungo d’Italia che collega Torino a Venezia.

VENTO è un progetto ideato ed elaborato da DAStU – Politecnico di Milano, già condiviso da oltre 2.500 cittadini, oltre 30 istituzioni (comuni, province e autorità) e quasi 30 associazioni/fondazioni (nazionali e locali). VENTO ha come obiettivo la promozione di una concreta idea di sviluppo occupazionale, ambientale e alimentare, straordinariamente adatta al nostro Paese, attraverso la leva del cicloturismo. VENTO, come un filo di collana, tiene insieme paesaggi e culture diverse e straordinarie.

La ciclabile VENTO (vedi i dettagli su www.progetto.vento.polimi.it) è lunga 679 km (632 lungo il Po e 47 tra Milano e Pavia), attraversa 242 località, 300 punti di ricettività, 2.000 attività commerciali e più di 10.000 aziende agricole oltre a paesaggi, sapori e saperi e tanti centri storici, che centinaia di migliaia di turisti vorrebbero visitare in bicicletta e non possono ancora farlo. VENTO porta in Europa i nostri piccoli e grandi comuni e i nostri paesaggi perché è anche una dorsale ciclistica europea strategica: EUROVELO 8. E tutto questo può essere realizzato in due anni.

Possiamo considerare VENTO un’opera “grande. Costa 80 milioni di euro ed è capace di generare economie diffuse per oltre 100 milioni di euro all’anno e fino a 2.000 posti di lavoro. Può attrarre oltre mezzo milione di nuovi turisti all’anno. Pensate che numeri!

Per un’intera settimana, dal 25 maggio al 2 giugno, il team VENTO pedalerà per 632 km del tracciato lungo 15 tappe incontrando persone, amministrazioni e amministratori, associazioni e imprese per discutere assieme dell’importanza del progetto e condividerne lo spirito, con la finalità di far crescere la richiesta di una sua tempestiva realizzazione. 15 tappe per capire assieme i vantaggi. La bicicletta sta nel futuro. La bicicletta è mobilità nuova e fa bene al lavoro, al turismo, alle imprese locali, ai beni culturali, alla natura, all’acqua e ai parchi, alla rete, ai paesaggi e all’ambiente, al gusto e all’agricoltura, alle città, all’arte e alla storia. Al clima italiano.

VENTO sarà a Venaria Reale, a Torino, a Crescentino, a Morano sul Po, a Casale Monferrato, a Valenza, a Pavia, a Piacenza, a Cremona, a Boretto, a San Benedetto Po, a Pieve di Coriano, a Ferrara, a Taglio di Po, a Chioggia e a Venezia, dove la carovana arriverà in un giorno simbolo per l’Italia: il 2 giugno, festa della Repubblica.

Al progetto VENTO hanno aderito, oltre l’intergruppo parlamentare per la Mobilità nuova/Mobilità ciclabile, tanti comuni, tante province e istituzioni come l’Autorità di Bacino del fiume Po, ANCI, i Parchi e tante associazioni nazionali e locali.