Bike Pride: La Storia

12 aprile 2013. Nasce simbolicamente a Torino, città dell’automobile, l’associazione “Bike Pride”. Da semplice coordinamento spontaneo di attivisti del mondo associativo ambientalista e delle ciclofficine, il gruppo organizzatore della parata di biciclette “Bike Pride“, grazie anche alla spinta dell’esperienza #salvaiciclisti – che nell’aprile 2012 ha portato a Roma più di 50.000 ciclisti – ha dato origine oggi ad una nuova realtà associativa, che sarà affiliata a Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) e Ecf (European Cyclists’ Federation). Il presidente è Fabio Zanchetta, ideatore della parata.

L’associazione nasce con la visione e l’obiettivo di trasformare Torino in un luogo più sano e vivibile, per rendere possibile, ad ogni torinese, la scelta della bicicletta in sicurezza e consapevolmente. Per raggiungere questo obiettivo, spiegano i fondatri, “l’associazione eserciterà attività di lobbying su tutti i livelli del decision-making, basando l’attività su dati evidenti e oggettivi, incoraggiando l’utilizzo della bicicletta rispetto al trasporto motorizzato, promuovendo i benefici economici della mobilità ciclabile, migliorando le condizioni di salute della popolazione, incrementando la sicurezza stradale, riducendo la congestione stradale, minimizzando le emissioni di CO2 e riducendo l’inquinamento atmosferico”.

L’associazione “continuerà ad essere un interlocutore dell’amministrazione, anche critico, ma sempre in un’ottica propositiva, per tutte le tematiche inerenti la ciclabilità, la sicurezza stradale e le problematiche ambientali”.